SUV o Citycar: quale scegliere?

SUV o Citycar: quale scegliere?

Il mondo delle auto si rivela un immenso panorama di scelte. Non si tratta solamente di una questione economica, ma anche e soprattutto di idee legate alla nostra mobilità. I vari modelli di auto offrono possibilità diverse, con pregi e difetti in grado di rendere ogni esperienza di guida davvero unica.

Non dobbiamo dimenticare che la nostra auto non è solamente un mezzo di trasporto, ma è una compagna di viaggio, con la quale condividere diverso tempo: difficilmente l’acquisto di un’auto ci accompagnerà per meno di quattro o cinque anni.

Nella prospettiva di un acquisto a medio e lungo termine, perché dovremmo scegliere un SUV o una Citycar? In questo articolo pregi e difetti di queste due categorie.

Spazi ampi e molto comfort: l’epoca dei SUV

Il mercato dei SUV si è progressivamente ampliato, anche grazie ai numerosi modelli che popolano questo segmento. Alcuni più voluminosi, altri più compatti, i SUV hanno in comune l’allestimento molto sportivo: sono auto tendenzialmente alte, dalle ottime prestazioni, e molte comode per pilota e passeggeri.

Proprio la comodità è la caratteristica più importante: i SUV sono perfetti per chi affronta spesso lunghi tragitti, permettono un’ottima gestione degli spazi e hanno un volume tale da rendere molto facile caricare tanti bagagli.

Questo volume si rivela ovviamente un’arma a doppio taglio nelle metropoli, là dove il parcheggio può essere un problema. I SUV più compatti sono il tentativo di rispondere a questo problema, e possono essere davvero il giusto compromesso in tal senso.

Da non dimenticare anche l’utilizzo più “familiare” di questi modelli: gli spazi ampi sono ideali per famiglie numerose, in ogni situazione della nostra settimana, dalla spesa tutti insieme agli impegni di tutti i giorni.

Vivere la città: i pregi delle Citycar

Le Citycar sono per certi versi l’opposto dei SUV: offrono spazi compatti, un minor volume per affrontare al meglio la vita in città. Queste auto nascono per poter sfruttare al meglio gli spazi ridotti, senza necessariamente sacrificare il comfort.

La loro destinazione è quella di un utilizzo prettamente cittadino: riescono a parcheggiare con buona facilità, destreggiandosi nel traffico e garantendoci un mezzo davvero a misura di metropoli. Chi vive nelle grandi città e si ritrova a confrontarsi con il traffico sa esattamente di cosa stiamo parlando.

Gli spazi sacrificati sono un problema per chi viaggia spesso e ha bisogno di più spazio per i propri bagagli, ma anche qui la soluzione può essere facilmente trovata: un esempio è l’utilizzo di bauli da viaggio da inserire sul tetto della nostra auto, ampliando così lo spazio all’esterno della stessa. In più bisogna considerare anche il lavoro ingegneristico che ha coinvolto questi modelli, per offrire più spazio interno senza sacrificare il volume totale.

Come scegliere?

La scelta è davvero molto personale, e si incontrano gusti, prospettive future, necessità e molto altro. Scegliere tra questi e altri fattori è un vero e proprio gioco di equilibri, che varia da persona a persona.

Forse proprio le prospettive future possono fare la parte del leone in questa fase decisionale: come sarà la nostra vita tra qualche anno? Quali sono le nostre idee per il futuro?

In base a queste risposte potremmo preferire un’auto perfetta per la città, per muoverci nell’intricato dedalo delle metropoli, o potremmo invece puntare su un’auto perfetta per muoverci sui grandi tragitti. Necessità diverse sapranno condurci verso la scelta migliore per la nostra prossima mobilità.